Il servizio clienti di Fastweb aziende – prima puntata

logofastweb
Come già accennato in un post, avevo già fatto esperienza del servizio clienti di Fastweb da utente casalingo.
Teoricamente il servizio dedicato alle aziende dovrebbe essere dotato di un insieme di professionisti che dovrebbero andare oltre la frase “Spenga e riaccenda e poi vediamo”…non è così, anzi…è peggio.

Condividerò con voi la mia esperienza avuta nell’azienda precedente presso cui lavoravo e in Milestone.

Cominciamo con il primo; nei prossimi giorni ci delizieremo con i successivi. :(:(

SNMP, questo protocollo sconosciuto e vietato
Siamo nel 2006; eseguo il monitoraggio di tutte le porte dello switch che sono coinvolte nel collegamento a Internet.
Chiedo a Fastweb di abilitare l’SNMP del loro router Cisco verso un mio server, in modo da avere “sotto controllo” l’apparato.
Alle prime telefonate la gente interpellata sembra che non sappia neanche di cosa stia parlando. Dopo qualche giorno finalmente si arriva a definire questo mostro di protocollo: “il protocollo funziona, ma è lei che non ha configurato i suoi applicativi in modo corretto“, “no, il protocollo non è configurato sul router“, “è un problema del suo firewall“…e così via.
Dopo più o meno due settimane, la risposta definitiva di Fastweb: “Per regolamento aziendale, il protocollo non può essere abilitato neanche in lettura verso il cliente“.

A parte il regolamento aziendale che può essere discutibile, ma perché non l’hanno detto subito e più operatori hanno tergiversato nel dare la risposta definitiva? Almeno non buttavo via del tempo a stare dietro a questo “losco affare”.

Saluti dalla ragnatela veloce,
Marco

Lascia un commento